Il giorno di Don Gianni

31 ottobre 2010

Messa di insediamento del nuovo parroco, il vescovo Franco Agostinelli: «il sacerdote punto di riferimento per la comunità»

Giuncarico – Si è celebrata domenica 24 ottobre la messa di ingresso di Don Gianni Ciorra nella comunità parrocchiale di Sant’Egidio. A concelebrare la funzione religiosa insieme al vescovo di Grosseto Monsignor Franco Agostinelli c’erano Don Claudio Piccinini, per un anno “reggente” della parrocchia di Giuncarico, Don William Ortiz, trasferito nel 2009 ad Alberese, Don Gian Paolo Marchetti, rettore del seminario diocesano, Don Anselmo Taborda, parroco di Gavorrano, Don Ivano Rossi, parroco di Batignano e Don José de la Torre parroco di Rispescia. Presenti anche il vicario episcopale dell’ordinario militare Don Giorgio Nencini, che con Don Gianni condivide l’esperienza di cappellano militare e di prete di parrocchia e Monsignor Michele Pes.

A rappresentare il mondo del volontariato e del sociale le delegazioni degli Scout e della Croce Rossa Italiano di Gavorrano.

Sopra: Monsignor Franco Agostinelli (al centro), vescovo di Grosseto ha celebrato la messa di insediamento di Don Gianni Ciorra (a sinistra) e Don Claudio Piccinini (a destra)

Leggi il seguito di questo post »


La Castagnata di Giuncarico

30 ottobre 2010

Domani all’asilo parrocchiale di scena “La Castagnata”, una delle iniziative più attese dell’autunno giuncarichese

Giuncarico – Sarà la castagna la protagonista assoluta dell’ultima domenica di ottobre a Giuncarico. È in programma infatti domani all’Asilo Parrocchiale di Largo XXV Aprile la “Festa della Castagna”, la tradizionale manifestazione dell’autunno giuncarichese, lanciata anni fa proprio dal Giunco, quando ancora eravamo carta e inchiostro.

Quest’anno, come accade ormai già da alcune edizioni, ad organizzare quella che un tempo era conosciuta dai giuncarichesi anche come “Castagnata” è la parrocchia di Sant’Egidio che per questa edizione 2010 ha voluto abbinare alla consueta “kermesse” gastronomica dedicata al frutto più prelibato dell’autunno, anche la fase conclusiva di “Ambientiamoci”, il progetto di educazione ambientale che ha coinvolto i bambini del catechismo.

“La Castagnata”. sopra l’Asilo Parrocchiale di Giuncarico dove domani si svolgerà l’edizione 2010 della “Festa della Castagna”

Leggi il seguito di questo post »


Videopoker, l’ordinanza è sospesa, ma Borghi non ci crede

30 ottobre 2010

L’ex sindaco pensa che l’ordinanza sia stata sospesa solo per il punto che riguarda gli orari; il legale del Bar, Silvia Muratori, invece dichiara: l’ordinanza è interamente sospesa; il Giunco.net pubblica integralmente l’atto del Tar che non lascia spazio a dubbi di interpretazione

di Annalisa Mastellone

Gavorrano – «La mia era un’ordinanza etica volta a combattere un problema sociale». All’indomani della sospensiva ordinata dal Tar su ricorso del bar Boccondivino, l’ex sindaco Massimo Borghi (foto in basso) ribadisce quanto sostenuto fin dall’emanazione del suo atto, concepito per affrontare moralmente e in maniera concreta le tante richieste d’aiuto che molte famiglie gavorranesi alle prese col vizio del gioco gli hanno fatto.

«La cosa strana – ha dichiarato l’ex primo cittadino – è che il Comune non si sia costituito in giudizio nel ricorso presentato. Cosa che di solito, in casi come questi, avviene normalmente. Per quanto riguarda la sua ultima pronuncia, il Tar ha sospeso solo il punto dell’ordinanza sindacale che limitava gli orari di apertura degli esercizi pubblici che possiedono queste macchinette, ma il resto dell’ordinanza rimane in piedi, non è sospesa. Il Tar è intervenuto sul problema degli orari, perché su questa materia si deve ricorrere al potere regolamentare, con un Regolamento comunale ad hoc, non a quello di ordinanza. Lo sapevo e l’ordinanza doveva servire per concertare norme regolamentari con le associazioni di categoria. Lo scioglimento del Consiglio comunale lo ha impedito». In attesa del processo nel merito fissato l’anno prossimo ai primi di novembre, il Tar ha condannato intanto il Comune al rimborso 1.500 euro di spese legali al Boccondivino, che chiederà inoltre di essere risarcito anche del mancato introito nei giorni in cui, unico locale pubblico del paese, ha applicato le disposizioni di Borghi. Probabilmente il Municipio, amministrato dal commissario Vincenza Filippi, non si è costituito in giudizio nel ricorso Tar perché avrà calcolato che non conveniva andare incontro ad altre spese, e attendere la pronuncia definitiva del Tribunale amministrativo nel 2011.

Leggi il seguito di questo post »


Partito Demcratico, è l’ora del congresso

29 ottobre 2010

Serena Remi sarà riconfermata alla guida del Partito; a novembre la definizione del progetto politico per le amministrative, poi il candidato sindaco

Gavorrano – Nessuno nel Partito Democratico avrebbe mai immaginato di arrivare all’appuntamento congressuale di ottobre all’indomani di una crisi politica e istituzionale come quella che è stata vissuta nel comune di Gavorrano. Crisi che ha spaccato il centrosinistra, rompendo gli equilibri interni tra democratici e alleati e portando, per la prima volta nella storia di Gavorrano, al commissariamento del comune. In ogni partito la fase congressuale rappresenta già di per sé un momento delicato se poi a questo si aggiungono anche le tensioni provocate dalla crisi di settembre, il passaggio di verifica tra iscritti e vertici diventa cruciale per il futuro del Pd nel nostro comune.

Come previsto dai regolamenti interni da oggi, 29 ottobre, a domenica 31 si svolgeranno le assemblee in tutti i circoli che aderiscono all’unione comunale per rinnovare le cariche di segreteria che vedranno impegnati poco meno di 400 iscritti in tutto il comune. Contestualmente con la scelta del nuovo segretario di circolo e del direttivo, nei sette circoli del comune, Gavorrano, Bagno, Caldana, Giuncarico, Ravi, Filare, Giuncarico e Casteani, si voterà anche per il segretario comunale e per quello provinciale e per i delegati collegati alle loro candidature.

Leggi il seguito di questo post »


Videopoker, Pd: avevamo ragione noi

28 ottobre 2010

Duro il giudizio del Partito Democratico dopo la decisione del Tar: «Siamo stati gli unici a mettere in guardia sui rischi che tale ordinanza con le proprie assurde limitazioni»

Gavorrano – Prime reazioni dal mondo della politica dopo la decisione del Tar di sospendere l’ordinanza sull’utilizzo dei videopoker. Il primo commento arriva dal Partito Democratico di Gavorrano che fin dall’inizio, dal mese di agosto, aveva fortemente criticato il provvedimento voluto dall’allora sindaco Massimo Borghi. Critiche che avevano aperto una frattura profonda nel centrosinistra gavorranese e che avevano provocato la revoca delle deleghe a Luca Gabrielli, fino ad allora vicesindaco nella giunta Borghi. Gabrielli infatti aveva “pagato” la sua posizione di contrarietà all’ordinanza videopoker con l’allontanamento dalla giunta.

«Il Partito Democratico di Gavorrano – si legge nella nota del Pd – ha sempre messo in luce i limiti dell’ordinanza n.49/10, definendola da subito sbagliata e dannosa, essa non ha mai raggiunto nessuno scopo nel contrasto alla dipendenza da gioco, ma ha provocato solo difficoltà ai nostri esercenti, facendovi ricadere la resposabilità etica e l’onere economico».

Leggi il seguito di questo post »


Videopoker, Comune condannato a pagare le spese legali

28 ottobre 2010

Accolto il ricorso del Bar Boccondivino; ordinanza sospesa; l’amministrazione comunale dovrà pagare 1.500 euro per le spese legali sostenute in questa fase cautelare

di Daniele Reali

Gavorrano – L’ordinanza di Borghi è stata bloccata. Il Tribunale Regionale della Toscana ha sospeso l’ordinanza 49/10 del 10 agosto 2010, nota a tutti come l’ordinanza sui videopoker. Dopo la prima sospensione cautelare decisa all’inizio di ottobre, il Tar ha accolto, nella camera di consiglio di martedì scorso, il ricorso presentato dal Bar Boccondivino di Grilli, sospendendo così l’efficacia del provvedimento e fissando l’udienza di merito il 3 novembre del 2011. Ma il tribunale, oltre a esprimersi sui dispositivi dell’ordinanza e quindi sui divieti imposti agli esercenti e titolari di locali pubblici, ha condannato il comune di Gavorrano al pagamento delle spese legali, 1.500 euro che dovranno uscire dalle casse comunali e dalle tasche dei cittadini.

Il “sacrificio” economico del comune però potrebbe essere anche molto superiore visto che nell’atto emesso dal Tar si definisce un concetto molto chiaro: “Considerato – si legge nel documento del Tar – sussistente il pregiudizio dedotto in ordine alla perdita di avviamento e clientela”. Questo dovrebbe voler dire che il comune di Gavorrano si potrebbe trovare a dover risarcire i mancati introiti del bar Boccondivino nel periodo in cui l’ordinanza è stata in vigore e ha avuto efficacia, e in questo caso si pralerebbe di migliaia di euro.

Leggi il seguito di questo post »


Calcio, Gavorrano in campo di sabato

27 ottobre 2010

Lega Pro: anticipata al 30 ottobre la gara dei rossoblù contro il Prato

Gavorrano – La nona giornata di campionato che vedrà scendere in campo il Gavorrano e il Prato sarà disputata con un giorno di anticipo. Il fischio d’’inizio della partita tra le due formazioni toscane è fissato per le 15 di sabato 30 ottobre, quando sul Santa Lucia di Venturina il Gavorrano cercherà i tre punti contro la compagine pratese.

Leggi il seguito di questo post »