Gavorrano Idea, parla la Iacomelli

11 febbraio 2011

Chiamata in causa più volte nei commenti dei visitatori del Giunco.net, Elisabetta Iacomelli, membro del Cda del Laboratorio Gavorrano Idea interviene: «ho percepito quale rimborso spese circa euro 3.800»

Gavorrano – Era stata al centro di una partecipata discussione tra i visitatori del Giunco.net. Elisabetta Iacomelli, membro del Cda del “Laboratorio Gavorrano Idea”, già assessore nella seconda giunta Fabbrizzi in rappresentanza del Partito Socialista e candidata come consigliere comunale nella lista del centrosinistra nelle elezioni del 2009, ha scritto alla nostra redazione intervenendo per fare chiarezza sul ruolo che ha ricoperto nell’istituzione che si occupa della gestione dei servizi culturali.
Vista l’attenzione per il nostro blog abbiamo deciso di pubblicare integralmente la lettera di Elisabetta Iacomelli.

«Ho deciso di intervenire – scrive la Iacomelli – al solo fine di dare la corretta visione dei fatti, senza fini polemici, avendo tra l’altro facilità di scritto e di parola, essendo questi strumenti essenziali del mio mestiere. Non mi dilungherò sulla gestione finanziaria dell’Istituzione Laboratorio Gavorrano Idea, sottolineo solo che il regime adottato, permette si recuperare ampiamente i costi del Consiglio di Amministrazione, qualora l’indennità al Presidente venga erogata come previsto dal regolamento approvato dal Consiglio Comunale, atto che i consiglieri uscenti avrebbero dovuto conoscere. L’ex Sindaco Borghi – aggiunge la Iacomelli – mi ha chiamato a far parte del Cda dell’ente per continuità e competenza, avendo partecipato all’iniziale processo di costituzione e gestione dell’Istituzione, requisiti al tempo non ancora maturati negli ex consiglieri».

Leggi il seguito di questo post »

Annunci