Le verità di Daniele Tonini

Intervista esclusiva all’assessore Pd rimasto al fianco del sindaco Borghi: «voterò contro la sfiducia»

Gavorrano – È stato uno dei protagonisti del momento caldo della politica gavorranese. L’assessore Daniele Tonini (foto), eletto come consigliere comunale in quota Pd e coordinatore fino a pochi giorni fa del circolo di Cateani e Castellaccia, si racconta sul nostro blog rispondendo alle dieci domande che gli abbiamo posto in merito alla crisi che sta attraversando il centrosinistra di Gavorrano. Ma veniamo all’intervista, un botta e risposta dal quale i lettori del blog potranno sicuramente beneficiare per comprendere meglio l’attuale momento politico (in grassetto sono evidenziate le nostre domande e in corsivo le risposte dell’assessore).

– Daniele Tonini lei si sente ancora un consigliere comunale e un assessore del Partito Democratico?
– Certo.

– Dopo le sue scelte, come quella di presentarsi in consiglio quando gli altri consiglieri del Pd hanno disertato la seduta del 21 agosto o quella di non partecipare all’assemblea dell’Unione Comunale, il partito aveva annunciato un suo deferimento, che cosa è successo? E’ stato espulso dal partito? Ha avuto contatti con la segreteria provinciale? E con quella comunale?
– Non è successo niente, non sono stato espulso, non ho avuto contatti con il provinciale bensì con Serena Remi presente all’assemblea a Casteani nei giorni scorsi.

– Lei Tonini non ha firmato la mozione di sfiducia e in questi ultimi giorni più volte (anche su Facebook) si è schierato dalla parte del sindaco. Voterà la sfiducia, si asterrà o voterà contro?
– Voterò contro come da mandato dei miei elettori.

– Alla luce di tutto quello che è successo rifarebbe tutte le scelte che fatto? C’è qualcosa che pensa di aver sbagliato?
– Mi dispiace non aver lottato molto per le primarie di partito.

– Caso Gabrielli: il Partito Democratico l’ha accusata di non aver preso le distanze dalla decisione di allontanare l’ex vice sindaco Luca Gabrielli. Lei pensa che sia stata una scelta giusta quella di “cacciare” Gabrielli senza aver consultato il Pd e senza, dopo 14 mesi di lavoro fianco a fianco, neanche una telefonata da parte del sindaco? Per lei il Pd che avrebbe dovuto fare una volta appreso della revoca di Garbielli? Lei sarebbe stato d’accordo se il partito non fosse intervenuto in suo aiuto nel caso lei fosse stato allontano dal suo ruolo di assessore?
– L’impulsività non va bene ma successivamente il Pd doveva esigere un chiarimento e un confronto con il sindaco. Non credo che sarebbero intervenuti così per me.

– A proposito, tutti dicono che lei ha accettato le deleghe ai lavori pubblici e alla tecnologia, è vero? Come si trova in questo nuovo ruolo?
– Le deleghe non si possono scegliere, comunque è solo per pochi giorni.

– In tanti dopo il suo dissenso nei confronti delle iniziative intraprese dal Pd l’hanno accostata sempre di più al sindaco Massimo Borghi. Lei sta pensando di cambiare partito e aderire a Sinistra Ecologica e Libertà? Nel caso di elezioni anticipate se le venisse offerto di collaborare ad una lista civica con Massimo Borghi che cosa farebbe? Sarà lei il candidato a sindaco di una probabile lista civica vicina a Massimo Borghi?
– Io non mi iscriverò al Sel resto quì nel Pd. Sulle future elezioni vedremo, ci sono 7-8 mesi o forse più, decide il commissario quando si potrà rivotare.

– Videopoker: lei sapeva della ormai nota ordinanza prima che fosse emessa? E’ d’accordo con questo provvedimento? Noi abbiamo fatto un giro di sera nei bar del comune di Gavorrano. Sa che soltanto un bar rimane chiuso mentre gli altri stanno aperti con i videopoker installati e perfettamente funzionanti?
– No l’ho saputo dopo, sempre prima che uscisse dai giornali. Lo sapeva anche Valentina (Cantini, ndr) glielo disse il sindaco. Il provvedimento tocca un problema serio, poi va accompagnato da un lavoro con la Asl e le associazioni contro le dipendenze da gioco. Va fatto un lavoro di informazione e educazione. Non lo so circa gli adempimenti da parte dei gestori. So che l’Arci provinciale ha dato disposizioni, condividendo l’ordinanza.

– E’ rimasto deluso dalla politica? Se l’aspettava diversa? Continuerà a farla anche in futuro?
– Me l’aspettavo più serena e meno litigiosa . Si diversa. Sul mio futuro vedremo con il tempo .

– Che fine farà il circolo del Partito Democratico di Casteni e Castellaccia?
– Continuerà a svolgere il suo ruolo, sono in aumento le richieste di adesione in questi giorni.

Annunci

4 Responses to Le verità di Daniele Tonini

  1. vitaliano castelli ha detto:

    premesso che l’avremmo fatto anche x lui, come si fa a dire che non abbiamo chiesto spiegazioni al sindaco, quando la nostra capogruppo ci ha fatto lo stradello dal sindaco? il sindaco ha posto la privacy su questa questione motivandola nel seguente modo: ” ci sono motivi che possono anche sfociare nel penale e distruggere luca gabrielli”. Io credo che un partito abbia il dovere di sapere se al suo interno c’e’ un disonesto, in modo da prendere opportuni provvedimenti. Poi COME AL SOLITO LE MOTIVAZIONI ASSURDE, RIDICOLE E INCONSISTENTI LE ABBIAMO SAPUTE DALLA STAMPA!!! Io credo che tra persone normali, quando un sindaco ha problemi con un suo assessore, lo chiama, lo fa sedere dall’altra parte della scrivania e ci discute x vedere di risolvere il problema, poi se il problema persiste, dato che Luca e’ un vicesindaco espresso dal P.D. , si convoca la segretaria di questo partito e si pone il problema. QUESTO E’ CIO’ CHE SI FA TRA PERSONE CIVILI CHE VOGLIONO MANTENERE RAPPORTI CORRETTI!! invece si e’ informato il vicesindaco mandandogli a casa il messo comunale con i vigili urbani! e questo metodo e’ stato adottato anche con me! naturalmente io essendo solo un consigliere mi sono visto arrivare solo il messo x comunicarmi che ero decaduto. Comunque non voglio piu’ polemizzare con nessuno e nemmeno continuare con questo schifoso modo di discutere che fa solo comodo a chi sa di avere torto. discutero’ serenamente con tutti, senza entrare in vicenda personali che nulla hanno a vedere con la crisi e la conseguente sfiducia, che hanno un solo colpevole: IL SINDACO! e CHI VUOL PARLARE CON ME PUO’ FARLO CHIAMANDOMI AL 3357690740! possiamo parlarne di persona, io non amo i comizi e mi piace parlare di fatti! NATURALMENTE SE MI E’ PERMESSO!! Con amarezza Vitaliano Castelli

  2. caterina ha detto:

    in risposta al Tonini su: “So che l’Arci provinciale ha dato disposizioni, condividendo l’ordinanza”.
    Mi dispiace che non abbia capito che la risposta dell’Arci provinciale, in questo momento,caro Tonini è solo strumentale.
    Nessuna disposizione nè verbale nè scritta è stata comunicata ai circoli, neppure sotto forma di suggerimento.

    Si faccia dare se può da qualche Circolo Arci l’elenco dei fornitori convenzionati, ci troverà insieme a quello dei gelati o dei prodotti alimentari piuttosto che del caffè o delle bibite anche un concessionario di slot,
    questi accordi vengono fatti non so se con il provinciale, con il territoriale o con il nazionale, comunque assolutamente non dai singoli circoli essi possono solo decidere se usufruirne.

    Alla luce di questo non crede che sia solo ipocrisia o peggio che sia solo strumentale l’articolo giornalistico che a lei è apparso come una condivisione dell’ordinanza? (articolo apparso a distanza di molto tempo rispetto all’uscita dell’ordinanza, molto tempo rispetto alla sollecitazione fatta affinchè il provinciale per bocca del suo presidente prendesse una posizione chiara riguardo alla questione “ordinaza videopoker”)

    Comunque per aver titolo di parlare o peggio di giudicare e sparlare dei Circoli o delle associazioni, bisognerebbe conoscerne la realtà (quantomai faticosa nel nostro territorio), partecipare, farne parte, dedicare ed offrire idee e tempo libero.

    Cerchiamo di individuare e tenere a distanza le ritorsioni improprie politiche, più che mai quando come in questo caso sono solo strumentali.

    Mi piacerebbe sapere se nonostante tutto questo polverone alzato in barba all’ordinanza ed a tutte le prese di posizione “etiche”, i “giocodipendenti” hanno bruciato anche solo qualche euro in meno da quando è stato alzato!

  3. vitaliano castelli ha detto:

    niente da aggiungere

  4. giuncarico ha detto:

    Come più volte messo in evidenza in questi giorni vogliamo ricordare ai nostri utenti di utilizzare un vocabolario appropriato e di abbassare i toni a volte un po’ troppo accesi nei commenti agli articoli.
    Noi abbiamo come obiettivo quello di favorire il confronto e il dibattito, di dare a tutti la possibilità di esprimersi, ma purtroppo qualche volta qualcuno oltrepassa i limiti. Per questo è possibile che troviate qualche modifica in automatico nei vostri commenti. Delle regole dobbiamo pur darcele per continuare a svolgere la nostra funzione di piazza virtuale.
    Grazie.

    Lo staff del Giunco.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: